Maestra Monica

Mi presento. Sono un’insegnante di scuola primaria. O più semplicemente, una maestra, da sempre innamorata della scuola. Ricordo che, da ragazzina, andavo nella classe di mia madre (maestra anche lei) per respirare il profumo dei quaderni e dei portacolori e mi perdevo nel blu dei nastri che pendevano dai colletti lindi e apprettati! Altri tempi, direte voi … eppure quell’emozione la ritrovo ogni anno a settembre, la vigilia del primo giorno di scuola, quando trascorro la notte in bianco pensando all’anno che verrà, con le incognite, le sfide,  i sorrisi dei bambini, i momenti di successo che condivideremo, ma immaginando anche le difficoltà che dovremo superare insieme, ciò che impareremo e all’impegno e la pazienza per essere una buona guida in grado di  trasmettere loro la passione per le cose che faremo. Credo che chi fa questo “mestiere” debba avere dei dubbi e debba essere sempre disposto ad affrontare il cambiamento, non di certo acriticamente, ma senza pregiudizi inutili. Aprirsi all’innovazione metodologica e tecnologica è giusto e doveroso, nella scuola di oggi. Non si può più insegnare al chiuso della propria aula, non avrebbe senso. Apriamo la porta al mondo se vogliamo darne le chiavi ai nostri alunni! 

                                                                                                             maestra Monica

divisori_fiori_2

Laboratorio Lettura a.s. 2015/16

Cosa penserebbe un’insegnante se un giorno si accorgesse che, durante la ricreazione, in maniera spontanea e non programmata in quel momento, gli alunni organizzano un nuovo gioco collettivo? Niente di strano, i rapporti tra pari sono semplicemente molto positivi. Ma quando l’insegnante, notando uno strano movimento di libri, banchi e notes, chiede “A cosa state giocando?” e gli alunni rispondono “Al gioco della biblioteca“, credo debba stupirsi. Stupirsi e ritenersi soddisfatta! Perché vuol dire che in terza primaria i bambini stanno avviandosi verso il piacere della lettura. 

Questo è quello a cui mi è successo di assistere più o meno nel mese di febbraio scorso. Cosicché, presa la palla al balzo, lasciando esprimere a pieno lo spirito di iniziativa dei miei alunni, ho svolto il ruolo di guida nell’organizzazione reale di una biblioteca di classe… E vai col laboratorio lettura e il cooperative learning: divisione degli incarichi (registro prestiti, gestione biblioteca, progettazione moduli recensione, ecc.), realizzazione del cartellone “Lettori in erba” con i titoli dei libri letti dalla classe, socializzazione delle recensioni redatte dagli alunni, autovalutazione sul webtool Padlet.

Ennesima riprova che il curricolo deve necessariamente essere uno strumento flessibile!

20160521_11263920160521_114747

Vai alla BACHECA DEI LETTORI

 

 

https://padlet.com/embed/l4uec3245bta

Non ho mai insegnato ai miei allievi; ho solo cercato di fornire loro le condizioni in cui possono imparare.
(Albert Einstein)

fiori_0011   fiori_0011

Creare un e-book con Didapages

Didapages è un editor per e-book sfogliabili abbastanza semplice e immediato. È scaricabile da diversi siti didattici. La versione 1.1 funziona, la versione in upgrade mi ha dato problemi.

Ecco il link per l’e-book realizzato lo scorso anno in occasione del laboratorio sulla fiaba dalla Scuola Primaria di Montagnareale, che ha preso spunto dalla nostra consueta partecipazione all’omonima Sagra della Castagna, e che ci avrebbe dovuto rappresentare ad una fantomatica manifestazione sul tema fiabe, a cui però non siamo mai stati invitati (!!!). Manifestazione o meno, il lavoro e l’entusiasmo dei bambini hanno comunque ripagato i piccoli malumori, la fatica e …  le mie tante notti insonni …

Sfoglia e leggi l’e-book  Le fiabe di Nonno Castagno (sulla prima pagina del libro, clicca sull’icona in alto ⇒ , se vuoi ascoltare il Mattino del Peer Gynt di E. Grieg  ).

castagno
BlueRoseDividerBlueRoseDivider

 

 

 

Una canzone per fare didattica!

L’inaugurazione dell’anno scolastico 2015-2016 del plesso Montagnareale, che è stata splendidamente (come sempre!♥) organizzata dalla Maestra Giusy, ha avuto come tema Dio Creatore.

Vai alla pagina CLASSE TERZA

divisori_570

Italian Internet Day

Anche il 3° I.C. “L. Radice” di Patti il 29 Aprile 2016 ha partecipato con i suoi eventi alla celebrazione dei 30 anni di Internet.

lg_ItalianInternetDay

Le classi 3ª-4ª della Scuola primaria di Montagnareale hanno partecipato con l’evento Internet e il Digital Storytelling con il seguente programma:

Fruizione del video “LOGIN_Il giorno in cui l’Italia scoprì Internet”. Brainstorming. Posting di commenti relativi all’Italian Internet Day sulla piattaforma di Schoology. Collaborare, raccontare, condividere e comunicare “a distanza” per un progetto: uso di un webtool; registrazione e upload di un tutorial.

Dopo la conversazione guidata che ha seguito la fruizione del video, gli alunni hanno creato una mappa concettuale con il tool Bubbl.Us

New-Mind-Map_59k9jorc

 

Successivamente, hanno postato le loro idee sulla chat di Schoology

Screen Shot 05-26-16 at 11.47 AM

Screen Shot 05-26-16 at 11.50 AM

Infine, hanno realizzato un video con annesso tutorial (Storybird), che ha partecipato al Concorso Internet Day.

Concorso a parte, vedere i bambini così coinvolti e motivati è stata già una vittoria!

 

 

 

fiori_0011

 

logo_eTw

Progetti eTwinning 2015-2016  

 

05-divisore-animato-piccola-tigre

ADHD

Alunni troppo vivaci, incontenibili, irrefrenabili? Alunni che sembra non vi ascoltino, disattenti, incapaci di completare un’attività? Alunni che non sanno “stare con gli altri”, che non rispettano le regole?

2 thoughts on “Maestra Monica

  1. Rosanna Iotti ha detto:

    Complimenti a tutte voi !!!!!!! Siete davvero in gamba e , visionando il vs blog, ho avvertito l’entusiasmo e la passione per la scuola che vi contraddistingue. Anch’io ho sempre amato e amo la scuola, sebbene mi accorga dal vs lavoro di quanto siate piu’ avanti !!!!!! Inevitabilmente la realtà s’impone e ci supera, nonostante la volontà e il desiderio di stare al passo con i tempi. Continuerò a visitarvi per attingere dal vostro blog una ventata di freschezza e vitalità. Una maestra alla vigilia della pensione

    • Cara Rosanna, chi ama la scuola sa essere sempre “avanti”! Così, siamo sicure che anche tu lo sia! Prova ne è il fatto che, con la tua voglia di non rimanere immobile (come tanti alla vigilia della pensione), tu sia capitata qui. Il nostro blog è fatto da insegnanti che non si credono arrivate, ma che hanno voglia di crescere e di mettersi in gioco, nonostante nessuna di noi sia una neofita. Grazie per le tue parole: ci hanno davvero emozionato! Siamo felici di riuscire a far trasparire da questo luogo virtuale il nostro reale amore per la scuola. Speriamo di poterti far compagnia durante l’anno scolastico. Vienici a trovare, anche solo per fare due chiacchiere tra colleghe che alla scuola hanno ancora tanto da voler dare!

Lascia un Messaggio

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...